La Terra, il nostro pane quotidiano

La Terra, il nostro pane quotidiano

Negli anni addietro , i nostri avi hanno avuto la fortuna di vivere in un epoca in cui i prodotti ortofrutticoli passavano in maniera diretta dalla terra alla tavola.

Consumavano solo prodotti di stagione, le coltivazioni erano naturali, non venivano per nessuna ragione utilizzati fertilizzanti o/e prodotti chimici.

Le nonne facevano le “passate di pomodori” che venivano consumate durante l’anno,
con metodi di conservazione del tutto genuini.
E il cibo svolgeva la sua naturale funzione senza produrre rischi.

In 40 anni però la situazione è nettamente cambiata, il 30% dei terreni coltivabili del mondo è diventato improduttivo, un dato spaventoso.
Eppure ci sono delle zone della Campania dove i valori della “terra” sono ancora vivi.

L’Agro Nocerino-Sarnese e l’Agro-Nolano  grazie anche alla “mitezza” del clima sin dagli anni della “Grande Guerra” hanno il primato per la coltivazione di pomodori e patate.

Cimitile località dell’Agro-Nolano vanta una ricchezza inestimabile che negli anni la popolazione locale ha continuato a coltivare con orgoglio,
Da questi valori il giovanissimo Felice Pignatelli insieme a suo padre Generoso Pignatelli
veterano del settore otofrutticolo) hanno deciso di  dar vita a POMODOROPiù.

POMODOROPiù è il ritorno alle tradizioni del passato attraverso la coltivazione di una vasta gamma di prodotti genuini a km 0 senza additivi chimici e macchinazioni al fine di mantenere inalterati i principi nutritivi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.